Impara ad evitare gli attacchi di fame

evitare attacchi di fame
Photo by Brooke Lark on Unsplash

Hai scelto di abbinare ad una dieta un buon programma di allenamento? Brava! È la scelta più azzeccata per massimizzare l’effetto e raggiungere in modo più veloce i tuoi risultati.
Purtroppo però, al di la di tutti gli aspetti positivi, devi tenere conto anche di qualche piccolo inconveniente. Tipo gli attacchi di fame.

Gli attacchi di fame spesso si presentano proprio perché con la dieta togli energia e con l’allenamento ne consumi tanta.
Come si dice, resisto a tutto tranne che alle tentazioni, e quando sei affamata anche i fiori all’ingresso ti sembrano uno spuntino invitante!

Ma oggi voglio svelarti qualche trucchetto da adottare nella tua routine di allenamento, che ti permetterà di evitare gli improvvisi attacchi di fame che si presentano subito dopo una lezione, o nel corso della giornata in seguito allo sforzo sostenuto.

Vediamo insieme quali sono.

1. Spingi forte

Tendenzialmente le persone che vogliono dimagrire puntano ad allenamenti aerobici di lunga durata.
Peccato che questi allenamenti siano proprio i più indicati per farti venire fame. Certo, lì per lì ti fanno consumare tanta energia, ma basta uno sgarro per pareggiare subito i conti.
E fidati che la sensazione di fame che ti possono lasciare 30 minuti di jogging è paurosa!
Ci sono però diversi studi che hanno dimostrato come un allenamento specifico per la forza sia più che efficace nel farti perdere peso. Inoltre ha anche il vantaggio di evitarti i picchi di fame, perché non consumando tanta energia tutta insieme, difficilmente ti lascia un buco allo stomaco, e in più stimola le tue capacità fisiche in maniera completa ed efficace (ecco perché con un allenamento muscolare dimagrisci più facilmente). 

2. Sii breve

La durata dell’allenamento è un’altro fattore importante da tenere a mente. Più dura l’allenamento e maggiore sarà il rischio di sentire arrivare una botta di fame incontrollabile, anche durante la sessione stessa.
Questo succede perché, mentre all’inizio dell’allenamento stai fornendo uno stimolo che è soltanto benefico, col passare del tempo lo sforzo viene interpretato dal corpo come qualcosa di disagevole, uno stressor negativo. E cosa succede quando sei stressata? Esatto, ti viene fame!
Per questo devi concentrare il lavoro in lezioni intense (che forniscano uno stimolo significativo), ma brevi; cerca di far durare la sessione massimo 60 minuti. Doccia esclusa, si intende.

3. Diventa una rabdomante

Te lo dicono tutti, dal tuo nutrizionista al fioraio sotto casa: se hai fame, a volte basta bere per fartela passare. Eppure quando ti alleni non bevi neanche un goccio d’acqua. Magari te la porti pure la bottiglia ma niente, quando hai finito ti accorgi che è piena.
Tranquilla, non sei da sola. Ad esempio durante una partita di football, a bordo campo ci sono persone incaricate esclusivamente di far bere i giocatori, proprio perché quando siamo concentrati in un’attività ci dimentichiamo facilmente delle cose meno contingenti.
Però mantenersi idratati è fondamentale per non arrivare a fine lezione con la voglia di mangiarsi il frigo intero.
Il trucco? Tieni sempre la bottiglia d’acqua sott’occhio. Metti la bottiglia vicino ai pesi che stai usando, o in casi estremi portatene dietro 3, 4 oppure 5 così almeno una la becchi!

4. Preparati in anticipo

L’allenamento consuma energia, quindi se inizi ad allenarti affamata e durante l’allenamento consumi ancora più energia, il tuo cervello non farà altro che inviarti un messaggio molto chiaro “IO VOGLIO CIBOOO!”.
La cosa subdola è che, anche se arrivi affamata alla lezione, durante l’allenamento (e per un certo periodo di tempo dopo) ti passerà la fame.
Poi però la fame arriverà raddoppiata, e al momento di metterti a tavola mangerai per due.
Quindi, quando lo ritieni opportuno, la cosa migliore è inserire uno spuntino leggero – ma completo – da consumare prima dell’allenamento.
Se non hai il tempo di mangiare prima, quello spuntino lo sposti a fine lezione, così eviti di farti cogliere impreparata quando la fame prima o poi giungerà.
A questo proposito, se hai bisogno di qualche spunto ti consiglio di leggere i consigli della nutrizionista Roberta Faraone che in questo articolo ti fornisce una serie di consigli per rendere il tuo aperitivo sano, gustoso e appagante. Come scoprirai leggendo, non devi rinunciare a nulla ma solo fare delle scelte consapevoli e ragionate.

Ricapitolando. Se vuoi prevenire gli attacchi di fame che potrebbero insorgere quando intraprendi un programma di allenamento, quello che devi fare è privilegiare allenamenti brevi ma intensi, porre attenzione alla tua idratazione ed evitare di arrivare troppo affamata (o, viceversa di allungare troppo il tempo che intercorre tra la fine della sessione e il tuo prossimo pasto).
In questo modo solleciti al massimo il tuo organismo, raggiungi i tuoi obiettivi e ti godi i risultati!


ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

L’allenamento più efficace per dimagrire

3 consigli più 1 per rimettersi in forma dopo le vacanze di Natale

Trovare la motivazione per iniziare ad allenarsi e rimanere costante in 5 passi

Cosa aspettarsi dal proprio allenamento

Comments are closed