Allenarsi fa bene all’ambiente

Quando ti alleni, in genere ti poni obiettivi personali come migliorare la tua condizione di salute, o arrivare più preparata ad un evento sportivo.
Qualunque sia il motivo che ti spinge, difficilmente pensi che l’allenamento possa avere un beneficio per l’ambiente. Invece è arrivato il momento di considerare anche questo tra i numerosi benefici di un allenamento costante!
Allenarsi, infatti, può essere un ulteriore strumento per combattere i cambiamenti climatici, o almeno farti arrivare più preparata.
Vediamo come, partendo dal principio.

allenamento e ambiente
Photo by Murillo de Paula on Unsplash

Inquinamento atmosferico e stress

Negli ultimi anni in tutti i paesi del mondo si è registrato un graduale ma costante aumento dell’inquinamento atmosferico. Abbiamo iniziato a convivere con sigle quali pm10, co2, che di per sé dicono poco, ma che dimostrano quanto l’aria che respiriamo sia fortemente contaminata. Questo ha una forte ricaduta sull’ambiente (riscaldamento globale, eventi atmosferici più intensi e violenti con conseguenze non indifferenti per le popolazioni che abitano in certe località), ma anche sulla salute di ognuno di noi.

Il lavoro di molti ricercatori oggi è orientato ad esaminare l’impatto degli agenti inquinanti sul nostro organismo. Per ora si tratta ancora di studi di laboratorio e dati epidemiologici, ma sembra che la conclusione sia univoca.
Oltre ad essere concausa di diverse patologie, l’inquinamento atmosferico ci rende più grassi. Per questo incide anche sul decorso di malattie metaboliche, come il diabete di tipo 2 (una vera e propria pandemia silenziosa che colpisce 500 milioni di persone in tutto il mondo).

Come mai? Per ora la risposta più convincente è che le sostanze inquinanti costituiscono una fonte di stress per il nostro organismo. Sul lungo periodo questi stressor sballano il nostro equilibrio ormonale causando diversi problemi.
Aggiungici il fatto che siamo continuamente sottoposte a tanti altri fattori stressanti, e cosa facciamo quando siamo stressate? Mangiamo di più (e peggio).

Come ridurre lo stress

Allora potresti pensare che la cosa migliore sia ridurre lo stress, applicando strategie di rilassamento e tecniche di meditazione. Se questo ti fa stare meglio e riesci a trovare il tempo per farlo va benissimo, ma purtroppo non basta, perché l’aria comunque resterà inquinata, e tu avrai soltanto evitato il problema.

Esistono però una serie di comportamenti virtuosi che possono aiutarti a gestire meglio lo stress, e contribuire (seppure in minima parte) a migliorare le cose. Uno tra questi è l’allenamento, che fa bene a te, ma anche all’ambiente. Adesso ti spiego perché.

Allenarsi per combattere l’inquinamento e vivere meglio

Vediamo perché l’allenamento può diventare uno strumento indispensabile per aiutare l’ambiente, contrastare l’inquinamento, e farti stare meglio.

Diventi più forte e resistente

Il modo migliore di contrastare gli effetti negativi degli stressor, qualunque essi siano, è quello di diventare più resistenti allo stress stesso.
Il modo più efficace per farlo è fornire al corpo uno “stressor positivo” che lo stimola, innesca reazioni, e provoca risposte positive (di adattamento e miglioramento).

Ti faccio un esempio. Quando mangi, ingerisci un corpo estraneo che il tuo corpo dovrà gestire, immagazzinare e in parte espellere; diciamo che anche il cibo può essere uno stressor, in quanto altera il tuo equilibrio.
Immagina però la differenza che c’è tra mangiare una mela oppure un dolce di bassa qualità. Entrambi provocano degli “effetti stressanti” sul momento (vanno digeriti, lavorati, ecc), ma dalla mela ricavi poi una serie di sostanze benefiche, dal dolce di bassa qualità ricavi poco o niente.
La stessa cosa avviene con l’allenamento, che di per se è uno stressor che lì per lì agisce come tutti gli altri (alterando l’omesotasi dell’organismo lasciandolo perturbato). Però per sua natura l’esercizio fisico attiva una serie di processi che trasformano letteralmente il nostro organismo, rendendolo più adatto a sopportare meglio eventuali fonti di stress successive.

Aumenti il tuo potenziale 

Oltre a rendere il tuo corpo più resistente, l’allenamento può concretamente aiutarti ad aumentare le occasioni per attuare dei comportamenti virtuosi, riducendo così il tuo impatto ambientale.

Potendo contare su una maggiore efficenza fisica, quello che fino a ieri era impensabile, può diventare per un’opportunità.

Facciamo degli esempi pratici.
Ogni volta che prendi un ascensore rilasci circa 25 g di anidride carbonica nell’aria. Se prendi la macchina e parcheggi un po’ prima di arrivare a destinazione (diciamo a 500m di distanza), risparmi 70g di anidride carbonica.

Se preferisci muoverti a piedi o in bicicletta, invece di prendere l’automobile, puoi contribuire al cambiamento, così come evitando di prendere un mezzo per fare uno spostamento breve. Ovviamente se hai un corpo allenato potrai fare liberamente questa scelta, nel caso contrario sarai completamente dipendente dai mezzi di trasporto.

Conclusione

Ovviamente ci sono tantissime altre cose da fare per contrastare l’inquinamento, come suggeriscono gli autori di questo post del blog di Ecobnb, una community dedicata al viaggio sostenibile. Anche loro sono d’accordo nel dire che cambiare il concetto di mobilità è fondamentale.
Ma come puoi passare dall’automobile alla bicicletta se oltre a strade predisposte e norme chiare, non hai anche le forze per muoverti con questi fantastici mezzi?

Quindi preparandoti con un programma di allenamento efficace puoi fare bene anche all’ambiente.
Attenzione però a scegliere programmi efficaci e funzionali!


ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI

Allenarsi a casa: video-lezioni o schede?

Trovare la motivazione per iniziare ad allenarsi e rimanere costante in 5 passi

L’allenamento più efficace per dimagrire

Personal Trainer: ti serve veramente?

Comments are closed